Faq

Concetti introduttivi

Chi è Partec e cosa fa? arrow

Partec è uno dei primi service di prototipazione rapida in Italia, la realtà di supporto ideale per tutte le aziende che vogliono trasformare le loro idee in prodotti vincenti. La vita dei prodotti è sempre più breve e le richieste del mercato sempre più specifiche; studiare e verificare nei minimi dettagli ogni componente prima della produzione di serie è essenziale per arrivare sul mercato prima e più efficacemente degli altri. Partec offre tutte le migliori tecnologie di prototipazione rapida disponibili sul mercato, per rispondere a qualsiasi esigenza garantendo i tempi di consegna stabiliti. Le tecnologie delle quali si avvale sono: Stereolitografia, Sinterizzazione di polvere di nylon, FDM (Fused Deposition Modeling), Repliche da stampo in silicone, Metal Part Casting.

A cosa serve un prototipo? arrow

Un prototipo serve per verificare la bontà di un progetto senza realizzare attrezzature definitive. Con i sistemi attuali è possibile ottenere un oggetto direttamente da un Cad 3D.

Cos’è un Cad? arrow

Cad è l’acronimo di Computer Aided Design. Si tratta di un software usato per la progettazione. Cad indica il settore dell’informatica volto all’utilizzo di tecnologie software per supportare l’attività di progettazione (design) di manufatti sia virtuali che reali. Con i moderni sistemi si può disegnare qualunque oggetto.
Come si prepara un file Cad 3D

Il formato del file arrow

I file STL rappresentano lo standard 3D più diffuso nel mondo della prototipazione rapida, e ormai praticamente tutti i programmi CAD 3D consentono di esportare in questo formato. Oltre ai file STL, puoi inviare il materiale relativo al modello da realizzare anche in altri formati: STP, IGES, DWF. In caso si riveli necessario inviare più di un file, si consiglia di racchiudere tutto il materiale all’interno di un archivio (ZIP o RAR) e di effettuare un unico upload.

Dimensioni del file arrow

Non ci sono limiti dimensionali per i file. File di dimensioni eccessive possono però creare problemi nell’invio via mail: vi consigliamo in quel caso di contattarci prima dell’invio, per fornirvi il supporto necessario.

Modalità di invio arrow

Per inviare i file necessari ad elaborare la richiesta di preventivo è sufficiente contattare i nostri referenti, telefonicamente o via e-mail: in base alle dimensioni, vi consiglieremo il metodo più idoneo. TEL. 035 705800 – E-mail: info@partec.it

Come viene garantita la riservatezza del file? arrow

Partec è in grado di garantire un elevato standard di riservatezza, requisito assolutamente indispensabile nelle fasi del nostro processo industriale. Una volta realizzato il progetto i file vengono cancellati dal nostro archivio.

Una volta inviato il file, quale percorso fa all’interno dell’azienda? arrow

Una volta ricevuto il file, il reparto tecnico lo analizza e, in base alle richieste specifiche, individua la migliore tecnologia per realizzare il prototipo. Il tutto in sinergia con il cliente . Il file passa quindi nel reparto produttivo dove lo staff segue con cura il pezzo dalla realizzazione, alla pulizia, fino all’imballaggio per la spedizione. Una volta spedito, Partec si assicura che la consegna avvenga entro i termini richiesti.

Supporto nella preparazione arrow

Per qualsiasi supporto necessario nella preparazione del file Cad 3D, potete contattarci telefonicamente o via e-mail. TEL. 035 705800 – E-mail: info@partec.it
Il prototipo e il servizio di prototipazione rapida

In che modo si può costruire un prototipo? arrow

Ci sono tre modi di realizzare un prototipo: – manuale: il modellista crea il pezzo tagliando, incollando e lavorando materiali grezzi. – tradizionale: il prototipo è ottenuto usando la lavorazione meccanica con asportazione di truciolo. – prototipazione rapida: l’oggetto è creato a strati in modo additivo con un sistema di prototipazione rapida.

A chi serve il prototipo? arrow

Il prototipo serve ai designers (per verificare l’estetica), ai progettisti (per verificare la bontà del progetto), stampisti (per una visione più chiara della costruzione dello stampo), al marketing (per presentare un prodotto senza creare un’attrezzatura definitiva), a chiunque occorra studiare e verificare nei minimi dettagli ogni componente prima della produzione in serie del pezzo definitivo.

Quali sono le tecniche di prototipazione che Partec può offrire? arrow

Ad oggi Partec realizza prototipi attraverso le seguenti tecnologie: – Stereolitografia (SLA) – n°4 impianti – Sinterizzazione di polveri di nylon – n°2 impianti – Fused Deposition Modeling (FDM) – n°1 impianto – Repliche da Stampo in Silicone (Vacuum Casting) – n°5 impianti – Metal Part Casting per la fusione di leghe basso fondenti – n°2 impianti

Quali sono le dimensioni massime di un prototipo rapido “monolitico”? arrow

Le dimensioni di un prototipo dipendono dal sistema di prototipazione utilizzato. Ecco le dimensioni massime che si possono realizzare in Partec: – Stereolitografia 500x500x500mm – Sinterizzazione di polvere di nylon 700x580x380mm – FDM 400x350x400mm – Repliche da stampo in silicone 950x50x450mm – Metal Part Casting diametro 350mm altezza 600mm

Cosa si intende per preserie nella prototipazione rapida? arrow

La realizzazione di preserie da stampo in silicone consente di ottenere diverse repliche del primo prototipo, in materiale molto simile a quello della produzione definitiva.

Quanti pezzi si possono ottenere da stampo in silicone? arrow

La produzione di uno stampo in silicone è attorno ai 30pz.

A quali settori sono destinati i prodotti Partec? arrow

Non esiste un settore specifico a cui Partec si rivolge. Il servizio di prototipazione rapida può riguardare i settori più disparati. La prototipazione rapida è utile a chiunque voglia studiare e verificare nei minimi dettagli ogni componente prima della produzione di serie, per arrivare sul mercato prima e più efficacemente degli altri. Partec offre il proprio supporto a realtà di qualunque dimensione: dalla grande industria, all’impresa medio/piccola, fino al singolo progettista/designer.

Quali sono i tempi medi per la realizzazione e la consegna di un prototipo? arrow

I tempi per la realizzazione e consegna di un prototipo variano da 2 giorni lavorativi a 2 settimane, a seconda delle caratteristiche del pezzo e della tecnologia di prototipazione scelta.

Quali sono le tempistiche e le modalità di spedizione? arrow

I pezzi vengono spediti tramite corriere espresso. Generalmente la consegna avviene il giorno seguente alla spedizione.
Le tecnologie di prototipazione: Stereolitografia

Cosa è la Stereolitografia? arrow

La Stereolitografia è la tecnica più precisa nel mondo della prototipazione rapida; strato su strato la resina solidificata da un laser va a formare il prototipo all’interno della macchina.

Quali e quanti sono i macchinari Partec per la Stereolitografia? arrow

Partec dispone attualmente di quattro macchinari per la realizzazione di particolari in Stereolitografia. La macchina 3D SYSTEMS SLA 5000 permette di realizzare un unico pezzo di dimensioni massime 500x500x500mm.

Quali sono i materiali a disposizione per la Stereolitografia? arrow

– SL7870 – Resina grigia X-Treme – Resina ACCURA25 – CERAMAX – PEAK
Le tecnologie di prototipazione: Sinterizzazione di Polvere di Nylon

Cosa è la Sinterizzazione di Polvere di Nylon? arrow

La Sinterizzazione di Polvere di Nylon permette di realizzare particolari di buona qualità dimensionale ed ottime caratteristiche meccaniche. Il processo può essere adoperato sia per valutare la funzionalità del prodotto che per la creazione di preserie, data l’estrema durezza della superficie di lavoro e la relativa economicità.

Quali e quanti sono i macchinari Partec per la Sinterizzazione di Polvere di Nylon? arrow

Partec dispone attualmente di 2 impianti per la Sinterizzazione di Polvere di Nylon. La macchina P700 è in grado di produrre in un unico pezzo particolari di dimensioni 700x580x380mm.

Quali sono i materiali a disposizione per la Sinterizzazione di Polvere di Nylon? arrow

– Nylon sinterizzato – Nylon sinterizzato caricato vetro – Nylon sinterizzato caricato alluminio
Le tecnologie di prototipazione: Repliche da stampo in silicone

Cosa sono le Repliche da stampo in silicone? arrow

Le Repliche da stampo in silicone sono la soluzione ideale per ottenere pezzi con materiali il più possibile simili al risultato finale e utilizzabili in test funzionali e prove di verifica nelle reali condizioni d’impiego. Il processo parte dalla realizzazione del pezzo in Stereolitografia che verrà utilizzato come master per la costruzione dello stampo in silicone; all’interno di quest’ultimo verranno poi colate le resine che daranno vita alle repliche. Con questa tecnologia è possibile realizzare anche particolari costampati ossia costituiti da due o più materiali diversi tra loro per colore e caratteristiche tecniche.

Quali e quanti sono i macchinari Partec per Repliche da stampo in silicone? arrow

Partec dispone attualmente di 5 impianti per la realizzazione di Repliche da stampo in silicone.
Le tecnologie di prototipazione: Metal Part Casting

Cosa è il Metal Part Casting? arrow

Il Metal Part Casting è un processo di fusione, che permette la realizzazione di pezzi in alluminio, zama e ottone, dalle geometrie complesse e con un ottimo livello di precisione. In base alle caratteristiche tecniche del pezzo viene valutato il master da utilizzare: la scelta cade sul master in cera in caso di alte produzioni o di particolare attenzione alla finitura superficiale, mentre si opta per il master in polistirene quando il pezzo presenta geometrie complesse o spessori sottili.

Quali e quanti sono i macchinari Partec per il Metal Part Casting? arrow

Visto l’immediato sviluppo di questa tecnologia ed il grande riscontro ottenuto sul mercato, Partec ha fin da subito ampliato la sede, costruendo un intero piano dedicato esclusivamente agli impianti di fusione. Nel 2010 si è deciso di duplicare l’impianto già presente installando una nuova macchina per Microfusione Sotto Vuoto e in Pressione, un forno di cottura gessi con scola cere e un Miscelatore Gessi; nel 2011 un ulteriore passo avanti: Partec installa la FORMIGA P100 di EOS per la costruzione dei particolari in polistirene.
Le tecnologie di prototipazione: Fused Deposition Modeling (FDM)

Cosa è il Fused Deposition Modeling (FDM)? arrow

L’FDM (Modellazione a deposizione fusa) è la tecnologia più recente introdotta in Partec. Prevede la realizzazione di particolari in polimeri termoplastici mediante un processo di deposizione di materiale allo stato fuso.

Quali e quanti sono i macchinari Partec per il Fused Deposition Modeling (FDM)? arrow

ABS, PC, PC-ABS e ULTEM.
I servizi e le fasi di lavoro

Quali sono le fasi di lavoro che Partec è in grado di realizzare? arrow

Partec è in grado di supportare il cliente nelle varie fasi che portano alla realizzazione del prototipo: dalla consulenza nella scelta della tecnologia migliore, alla progettazione del pezzo, fino al servizio di prototipazione vero e proprio, alle finiture, all’assistenza post vendita.

Quali sono le finiture che Partec è in grado di realizzare sul prototipo? arrow

Accanto all’attività di prototipazione vera e propria, Partec offre ai suoi clienti una vasta gamma di servizi a corredo, con l’obiettivo di ampliare lo spettro di lavorazioni affrontabili e di essere quindi in grado di rispondere al meglio al maggior numero di esigenze possibili. Tra le finiture che Partec è in grado di realizzare vi sono la verniciatura, la cromatura e la saldatura.

Partec realizza internamente tutte le fasi di lavoro? arrow

Partec è in grado di realizzare internamente tutte le fasi di lavoro, dalla progettazione del prototipo fino alla realizzazione dello steso.
Altre domande frequenti

Quale tecnologia è più adatta alla realizzazione del mio prototipo? arrow

La scelta della tecnologia non è sempre scontata: il fatto che più incide nella scelta del processo è la definizione delle esigenze per cui un prototipo viene concepito. i tecnici di Partec, data l’esperienza nel settore, sono disponibili ad analizzare non solo un modello dal punto di vista dimensionale, ma soprattutto ad analizzare le esigenze di ogni progetto per individuare con il cliente la strategia prototipale ottimale.

È possibile ottenere in pochi giorni un prototipo trasparente? arrow

Il processo che permette di ottenere particolari trasparenti in poco tempo è la stereolitografia.  Attenzione però: un modello stereolitografato grezzo, ovvero così come viene tolto dalla macchina, presenta una finitura opalina (semi-trasparente). La finitura trasparente dei particolari ottenuti con questa tecnica è ottenibile grazie ad una verniciatura (carteggiata, verniciatura e lucidatura) successiva alla stampa dei particolari; queste operazioni sono eseguite da mani esperte in pochi giorni.

Quali sono gli errori più comuni nelle matematiche destinate alla realizzazione di un prototipo? arrow

Spesso gli spessori delle superfici nei modelli 3D forniti non è sufficiente a garantire la realizzazione dei singoli dettagli di un modello. Nella tabella di confronto tra le differenti tecnologie troviamo lo spessore minimo delle superfici realizzabili nelle differenti tecnologie additive. Spessori e dettagli visibili su particolari realizzati da stampaggio non sempre sono compatibili con il grado di definizione dei processi prototipali: un esempio sono le scritte in rilievo su alcuni pezzi che, dato il grado di rugosità superficiale delle tecniche additive, possono non essere visibili sui prototipi se progettati con un’altezza inferiore a 0,6 mm.

Tutti i materiali sono disponibili per ogni tecnologia? arrow

No, ogni tecnologia prevede l’impiego di materiali specifici: i materiali differiscono infatti per proprietà fisiche e chimiche e non possono essere interscambiati tra i processi prototipali. Il sinterizzato di materiali polimerici prevede ad esempio l’impiego di nylon in polvere che non può essere un materiale trasparente e non può essere applicato ad altre tecnologie di stampa.

Cosa devo fornire a Partec per realizzare un prototipo? arrow

Per fornire una quotazione abbiamo bisogno di una file 3D ed alcune informazioni non sempre espresse.

Il file 3D è preferibile sia uno STEP, ma sono accettabili anche altre estensioni come STL, IGS o CATPart.

Tra le informazioni necessarie invece troviamo la quantità dei prototipi richiesti e un’idea di materiale. Dare un’indicazione puntuale riguardo la tecnologia è consigliato solo se si conoscono già le caratteristiche tecnologiche e si è consapevoli di quale sia la strada migliore per ottenere quel particolare. Altrimenti consigliamo di indicare qual è lo scopo per il quale il prototipo è stato pensato ed affidarsi all’esperienza tecnica di Partec per la scelta di materiali e tecnologie.

Richiedi preventivo
Chiudi

Richiedi preventivo

Avanti